Viaggi di testa e viaggi nel mondo

La fiducia è una cosa seria

 

 

 

La fiducia è una cosa seria

Pesa le parole. Elimina il  sarcasmo o le frasi pungenti.

Sii leale e trasparente, niente ambiguità, prendi posizioni precise.

Se pensi che devi proteggerti da qualcuno, non puoi pensare che ci sia fiducia.

Se pensi che qualcuno non possa comprendere quel che vuoi dire, domandati se ne vale la pena, dare fiducia.

Perchè ogni volta che qualcosa vien taciuto, quando ci sarebbe un impulso ad esprimersi, si crea una frattura. Ogni volta che si sente che non ci si puo’ fidare, si prende una distanza. Ogni volta che senti che devi fare attenzione a quello che dici, a quello che fai, a quello che dicono, a quello che fanno, non puoi ascoltare e accogliere: l’istinto è di difendersi. E, prima o poi, si puo’ arrivare ad essere troppo lontani per ritrovarsi, per ricucire, per riprendere un rapporto.

Guardati attorno, ascoltati dentro. La fiducia è una cosa seria.

Non gettare le perle ai porci e cerca di essere degno del dono della fiducia altrui.

Fidarsi è anche mettersi un pò nelle mani degli altri. Donare una parte della propria vulnerabilità.

E abbiamo tutti voglia di fidarci, di buttarci, sapendo che potremmo perdere qualcosa. Abbiamo tutti voglia di volare, prendere il rischio.

Non scherzare con la fiducia per una rivalsa personale, per una frecciatina, un messaggio indiretto, per dire e non dire. Che magari qualcuno non replica ma incassa, capisce o non capisce, elabora e trae le sue conclusioni, magari su malintesi, e puo’ perdere la stima. O può sentirsi ferito. Che una volta persa, è difficile riconquistarsele, la stima e la fiducia. Chiediti se la persona, il rapporto, ti interessa oppure no, prima di agire soltanto per il gusto di colpire, per quanto qualcosa possa averti infastidito. E chiediti, se sei tu a sentirti colpito, se c’è una reciprocità nel rapporto, se puoi non avere inteso bene. E quando senti che qualcuno non sembra sincero o limpido con te, indaga su quanto ci tiene, se merita la tua fiducia.

E se senti che vieni chiamato in causa, per competere, che c’è una gara a primeggiare o a conquistarsi un posto di attenzione, da qualcuno su cui hai riposto la fiducia, stai all’erta.

E se qualcuno ti dice ciò che non vorresti sentirti dire, una cosa scomoda, che magari hai anche chiesto tu, è perché di te si fida. Se non si fidasse, ti direbbe una bugia, oppure sarebbe compiacente o lusingante, dicendo quello che vorresti sentirti dire tu, e non la verità. Se ti risenti, stai tradendo la sua fiducia. E la fiducia è una cosa seria.

 

Forse fa male eppure mi va..

 

 

 

potrebbe interessarti anche

 

Le belle persone

Il ragionevole dubbio

Il punto di vista di un permaloso

Visite: 60
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
26 giorni fa

Sono d’accordo…occorre sempre essere leali e pensare all’effetto delle nostre azioni su coloro a cui teniamo molto.

26 giorni fa

Il tuo rapporto sulla fiducia e’ una tesi da tenere in considerazione perche’ ogni frase fa riflettere. E’ da studiare quasi. La canzone di Jovanotti rappettata e’ bellissima e capita a proposito in questo articolo che hai scritto, molto Molto significativo. E’ pedagogico anche per le persone adulte. Bravissima. Prova a diffondere questo articolo anche in altri spazi perche’ e’ educativo. Ciao e Buon fine settimana

Cosa vuoi cercare ?
Seguimi su Facebook

Patrizia Pazzaglia, Patty dopo un po’.

Sono versatile, camaleontica e un po’ nevrotica. 

Una come tante.  Nessuna grande passione, ma so appassionarmi.

Prendo tutto molto sul serio e in tutto quello che faccio, se mi interessa, ci metto impegno e dedizione.

Scarsamente tecnologica, diversamente social.

Mi piace condividere, mi piace ascoltare, esprimermi, se è il caso, e stupirmi.

Mi piace vivere intensamente e andare in profondità delle cose che mi interessano e lasciare andare ciò che non mi serve (anche se con difficoltà).

Mi piace lasciarmi contagiare dalla bellezza e dalle emozioni e..naturalmente viaggiare, fuori e dentro di me, col corpo e con la mente (ma anche con lo spirito).

Perchè la vita è un gran bel viaggio.